Atras per undas


copertina-disco-web1“Atras per undas” è il titolo del nuovo cd del chitarrista Michele Pucci, che sarà posto in vendita durante le serate del Festival, e il cui ricavato andrà in beneficenza per il progetto “Hijos del Sol”. Il progetto di questo cd, registrato da Fabio Tomasino nel bellissimo teatro settecentesco di Montecosaro nelle Marche, è stato sostenuto dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli in quanto tutti i ricavati della vendita andranno a finanziare il progetto “Hijos del Sol” della Onlus “Funima International” ad Asunciòn in Paraguay (www.funimainternational.org).

I pezzi presenti nel cd, uno dei quali riproposto in video come “bonus track”, sono rappresentativi del mondo sonoro di Pucci: si va dal flamenco (con la traccia che dà nome al disco, “Atras per undas”, ed una “Soleà” di Paco De Lucia) alla musica mediorientale (nel mistico “Medley ‘Ud”, in cui compare anche una rarefatta versione di “Stelutis Alpinis”), a composizioni minimaliste (“Me tra i miei”, “Di Medusa”, “Cinzia”, “Mare”), per poi arrivare ad una improvvisazione a quattro chitarre in “Vals Funky”, con la partecipazione molto intrigante di un altro grande chitarrista friulano, Francesco Bertolini alla chitarra jazz, e di due giovani virtuosi, Enrico Maria Milanesi alla chitarra acustica e Giovanni Bresil alla chitarra flamenca. C’è spazio anche per un richiamo a quello che è stato il primo strumento di Pucci, con un arrangiamento “flamenco” del Preludio dalla prima Suite in Sol maggiore per violoncello di Bach.

Oltre all’aspetto propriamente musicale, questo lavoro ha una importante veste grafica firmata da Vera Fedrigo e Franco Del Zotto, che hanno creato nella tasca interna del digipack un’opera d’arte contemporanea di altissimo livello artistico da meditare ascoltando il disco.

ATRAS PER UNDAS ITO

FATIS ARCANIS LUCENTES

http://www.michelepucci.it

 

Michele Pucci

Nasce a Dolo (Ve) il 24.12.1970.

All’età di 10 anni inizia lo studio del violoncello, sotto la guida di Mario Brunello. Dopo cinque anni lascia la pratica di questo strumento per cominciare a suonare, da autodidatta, la chitarra classica.

Non abbandona comunque il violoncello, grazie ad un progetto musicale (“Ensemble Musica Antica”) che esplora il mondo della musica popolare.

Suona quindi in varie formazioni venete di rhytm’n’blues, funky, blues acustico. Si laurea in Scienze Geologiche all’Università di Padova nel 1995 (110/110), quindi svolge servizio come obiettore di coscienza presso il centro per disabili gravissimi “Peter Pan” di Treviso.

Nel frattempo, si dedica allo studio della chitarra flamenca, collaborando con ballerine, chitarristi e “cantaores” della scena flamenca italiana e internazionale, sia in concerto che in stages (Carmen Amor, Miguel Angel, Timo Lozano, Eva Moreno, La Chiqui, Josè Salguero, Manuela Carretta, Rina Garavelli, Elena Vicini, etc…).

Trasferitosi in Friuli, all’attività di concertista affianca vari altri progetti musicali, in particolare spettacoli rivolti ai bambini delle scuole elementari e materne, in collaborazione con la Sezione Ragazzi della Biblioteca di Udine (“Filì, Filò, Filù”, 2000; “Ciccio Baciccio”, 2001-2002; “Giro d’Italia”, 2003; “L’orologio delle storie”, 2004; “La coperta della nonna”, 2005; “E come emozioni”, “L’ago da rammendo”, 2006), insieme all’attrice Sandra Cosatto, con numerosissime repliche in varie biblioteche della Regione. Nel 2005 “L’orologio delle storie” è stato prodotto dal Centro Servizi e Spettacoli di Udine con più di trenta repliche in tutta la Provincia di Udine, oltre ad una mini tournèe a Roma per il Centro Teatrale Italiano. Nel 2006 su richiesta dell’Ente Teatrale Italiano lo spettacolo “L’ago da rammendo” tratto dall’omonima fiaba di H.C.Andersen è stato proposto in numerose Scuole dell’infanzia di Roma.

Dal 2003 al 2005 ha collaborato col Centro di Volontariato Internazionale (CEVI) di Udine ad un progetto didattico sulla musica dei popoli.

Dal 2003 propone con grande successo progetti di propedeutica musicale dedicati ai bambini (“Mago Mù”) nelle scuole dell’infanzia e in alcuni Asili nido della Provincia di Udine

Tra il 2003 ed il 2005 ha collaborato col percussionista Robi Lugli in progetti di musica d’assieme per gli istituti superiori (Liceo Stellini di Udine, Liceo Einstein di Cervignano); inoltre a tutt’oggi ha effettuato un centinaio di lezioni concerto in istituti di vario grado in Veneto assieme al quartetto “La Frontera”.

Attualmente collabora in particolare col quartetto etnofolk “La Frontera” (tre Cd all’attivo, “Oltre le frontiere”, 2001; “Mar Bianco”, 2004; “Ferme tes yeux”, 2007) con concerti in tutta Italia, Croazia e Francia; col gruppo folk friulano “Marilenghe” e con Marisa Scuntaro in duo. Assieme a Francesco Milanese, ex Tutore dei minori della Regione Friuli Venezia Giulia, ha realizzato lo spettacolo “Figli dello stesso padre”.

Per quanto riguarda il Flamenco, collabora attivamente con varie formazioni in Italia ed all’estero, ed è particolarmente impegnato in questo ambito con varie formazioni, oltre a effettuare concerti da solista (Folkest 2003 e 2004; Soul&Strings Festival, 2003; varie altre rassegne in Italia).

E’ dimostratore della chitarra semiacustica della liuteria Manne.

Ha aperto concerti di Ottmar Liebert, Tommy Emmanuel, Annebjorg Lien, Pedro Javier Gonzales, The Chieftains, Fairport Convention, Carlos Nunez.

Ha inoltre partecipato a progetti con vari altri musicisti: Giulio Venier; Francesco Grosso; Andreana Galante; Davide Amodio; Paolo Mappa; Ermes Ghirardini e Phoponix Orchestra; Lorena Marangone; Francesco Ursino; Luigi Maieron; Isa Zocchi (direttore artistico del Cd “Isa”, Nota, 2003); Stefano Andreutti; Frank de Franceschi; Alberto Chicayban; Giancarlo Mellano; Andrea Casaccio; Barbara Errico; Molino Rosenkranz; Le Panash, etc…

Discografia

Le Panash “Storie del mio tempo” (1995)

AA. VV. “Doimîl” (2000) – Edit

G.Venier “Doismiao” (2000) – Edit

La Frontera “Oltre le frontiere” (2001)

Aniada a Noar & G. Venier “Liacht” (2001)

L. Marangone “Incontro-Rencontre” (2001)

F.Ursino “Carpe Diem” (2001) – Edit

G.Venier “Bootleg” (2002) – Edit

S.Andreutti “La nave del olvido” (2002) – Artesuono

AA. VV. “Friulian Traditional Music” (2003) – Edit

I. Zocchi “Isa” (2003) – Nota

La Frontera “Mar Bianco” (2004)

La Frontera “Ferme tes Yeux” (2007)

Michele Pucci “Ama” (2008) – Edit

Michele Pucci “Atras per undas” (2013)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in nuove. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...