Poesia e condivisione di lingue al Bar Qubik di Gorizia


Serata molto bella quella di ieri sera al Bar Qubik di Gorizia, squisitamente ospitati dall’Unione Circoli Culturali Sloveni. La Presidente Vesna ha introdotto la serata, che si è dimostrata particolarmente intensa e armoniosa con le improvvisazioni musicali di Michele Spanghero al contrabbasso, e le letture di Andreina Cernetig, Andreina Trusgnach e Claudia Salamant delle valli del Natisone, dei friulani Marina Giovannelli e Maurizio Mattiuzza, la goriziana Mila Bratina e la slovena Monika Lazar (nella foto). Poesia come memoria, in difesa di identità, fluire di emozioni, ricordi affettivi, poesia dura e forte del vivere quotidiano, sofferenza interiore che si fa poesia. Un insieme di emozioni, condivisione di lingue e parlate che ha arricchito l’attento pubblico che ha assistito a questa serata di parole e riflessioni, in un angolo verde di Gorizia tutta da scoprire.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in nuove. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...